La Pietra - ProLocoCursi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Arte e Cultura > L'architettura

La pietra leccese è una roccia calcarea appartenente al gruppo delle calcareniti e risalente al periodo miocenico. È una formazione rocciosa tipica della regione salentina, nota soprattutto per la sua plasmabilità e facilità di lavorazione. Di colore dal bianco al giallo paglierino, la roccia si presenta compatta e di grana fine ed ha una composizione piuttosto omogenea: è costituita principalmente da carbonato di calcio (microfossili e frammenti di fossili di fauna marina), di cemento calcitico e sostanze argillose finemente disperse che, nelle diverse miscele, danno origine a differenti qualità della roccia. Le principali sono la pietra paglierina, la bianca e la grigia.

MODALITA' DI ESTRAZIONE
La pietra leccese viene estratta in cave a cielo aperto in conci nel formato tradizionale di 25x35x50 cm, che ormai rappresentano lo standard di produzione della pietra leccese. I formati differenti, generalmente elementi monolitici di maggiore dimensione, sono in genere cavati solo su ordinazione. Il concio estratto può avere un periodo di esposizione all’aria che favorisce il consolidamento della pietra. Il concio è segato su un bancale semiautomatico con più lame parallele oscillanti sul lato dei 25 cm e secondo lo spessore desiderato si ottengono mediamente cinque o sei lastre del formato 50×35 cm. La lastra, che conserva i caratteristici segni del taglio paralleli, viene indicata col termine comune nel territorio di “chianca”, da cui discendono una serie di termini tra cui “chiancatu” come sinonimo di pavimento lastricato con lastre di pietra leccese. Nei vecchi edifici è facile ritrovare formati un po’ più grandi del corrente 50x35cm e spessori molto variabili che derivano dall’affettamento a mano di conci estratti anch’essi a mano.

Bacini estrattivi
La pietra leccese affiora naturalmente dal terreno e si ricava dal sottosuolo in enormi cave a cielo aperto, profonde fino a cinquanta metri e diffuse su tutto il territorio salentino, in particolare nei comuni di Lecce, Corigliano d'Otranto, Melpignano, Cursi e Maglie.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu